LIBERO PROFESSIONISTI DELLA SANITÀ, INFERMIERI E NON SOLO: VACCINAZIONI ANCHE PER LORO. Quando è uscito il testo normativo su priorità vaccinali, si è letto che i primi a ricevere la copertura sarebbero stati i professionisti e operatori della Sanita’ dipendenti, pubblici o privati. Questo in automatico ha tagliato fuori chi opera in regime di P.IVA pura. Ora: se lo scopo è assicurare protezione a chi opera in Sanità, per via degli evidenti rischi, e poiché non sembra che il rilascio di una P. IVA assicuri anche immunità al contagio Covid, perché non si è pensato a vaccinare anche chi dipendente non è, ma è sanitario, o lavora in Sanità? Sarebbe bastato aggiungere, ad esempio “…ed i titolari di P.IVA che sono iscritti agli Ordini professionali “, o altra utile postilla. In ogni caso sia FNOPI, sia numerosi Ordini provinciali, stanno ricordando, o hanno già evidenziato, questa necessità. La foto è recuperata da OPI Bergamo che, con il Coordinamento degli OPI Lombardia, ha ricordato questa necessità “evidentissima” e che non dovrebbe neppure essere sollecitata in un mondo non diciamo perfetto ma…”un poco più logico” . Grazie